HomeSecondi Piatti Arrosto alla piemontese

Arrosto alla piemontese

Posted in : Secondi Piatti on by : Paprica e Cannella Tag:, , , ,

Uno dei piatti che non manca quasi mai sulla mia tavola nei  giorni di festa è l’arrosto alla piemontese, se vi piace stare fra i fornelli e avete un po’ di tempo a disposizione allora vi consiglio di provare questo spettacolare arrosto alla piemontese.. non ne rimarrete delusi.

La ricetta di questo arrosto a forno me l’ha donata uno cuoco Torinese, per me è stato un vero e proprio regalo..appena trasferita a casa la prima festa che è arrivata (per l’esattezza era  Pasqua) mi sono presa subit la “briga” di invitare tutti a casa mia.. devo dire che sono andata come dire un po’ nel panico.

Chiacchierando con questo amico mi ha consigliato di preparare appunto questo arrosto alla piemontese che potevo tranqullamente preparare il giorno prima.. era la ricetta perfetta per me!

Pochi accorgimenti per preparare questo arrosto:

  1. un bel taglio di vitelloe (chiedete al vostro macellaio uno tenerissimo)
  2. una lenta cottura di almeno 3 – 4 ore (dipende dalle dimensioni)
  3. una salsa di accompagnamento che vi spiegherò in seguito come fare..

Ingredienti

  • arrosto
  • olio extra vergine di oliva
  • 1 cipolla di media grandezza
  • 3 foglie di alloro
  • 3 – 4 bicchieri di vino rosso generoso

Iniziamo a preparare un bel brodo di verdure, con una cipolla, carote, alloro, sedano (potete mettere anche le foglie) e fate un bel brodo, NON salate mi raccomando.

Prendete un  bel tegame pesante e ampio, mettete sul fondo l’olio extravergine di oliva, la cipolla intera, le foglie di alloro e fate soffriggere il tutto.

Quando la cipolla si sarà dorata metteteci l’arrosto e  fatelo rosolare bene da tutti i lati, la carne non deve essere pallida anzi se fa una leggera crosticina è anche meglio.

Terminata la rosolatura dell’arrosto aggiungete il vino rosso (versatene un bicchiere anche per voi e sorseggiatelo in compagnia del vostro amato) e lasciatelo sfumare.

Rigirate sempre l’arrosto in modo che si rosola uniformemente e poi quando il vino sarà evaporato lasciatelo cucinare con un paio di mestoli di brodo che avevate precedentemente preparato, aggiungendolo  a mano a mano che il liquido si assorbe.
Cucinate a coperchio semi chiuso, l’arrosto è pronto quando passandolo con uno steccone da spiedo, non esce acqua dalla carne.

A questo punto, se avete fatto tutto per benino, sul fondo del tegame dovreste trovare un bel letto di sugo d’arrosto, cosa ne fate?

Come prima cosa togliete la carne e l’appoggiate su un tagliere e tagliatela a fette di mezzo cm circa, lasciate raffreddare il sugo e poi scremate tutto il grasso che emerge con un cucchiaio.

Fate scaldare il sughetto  in un pentolino con un cucchiaio di brandy ed un cucchiaio di farina 00 lasciate  rapprendere un po’ il rsultato sarà una  gustosa salsina.

Attenti a fare grumi! quelli non sono mai ben accetti!!  Per stare sicuri passatela con un colino.

Impiattatet l’arrosto alla piemontese accompagnandolo con la sua salsina.

Buon appetito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *